Crea sito

Progetti

Costruire una Gogna violino

Costruire una gogna violino:
Materiale occorrente
• 2 tavole di legno lunghe 80 cm circa e larghe 16 cm;
• Carta vetrata;
• Mordente noce anticato;
• 1 cerniera in ferro battuto;
• 2 viti a occhiello.
Procedimento:
Avviciniamo le due  tavole e lasciamo 8 cm nella parte finale da lì misuriamo 16 cm di diametro che sarà il buco per il collo (8 cm di raggio) segniamo i due semicerchi con un compasso od un chiodino e una cordicella in entrambe le tavole avvicinate poi misuriamo 17 cm di distanza dalla parte finale dei semicerchi e da qui misuriamo altri  7cm di diametro che sarà il buco per un polso sempre come prima segniamo con il nostro compasso o la nostra cordicella fissata ad un chiodino con un raggio di 3,5 cm i nostri 2 semicerchi uno su una tavola e uno sull’altra da formare sempre un cerchio perché le tavole sono avvicinate, poi lo stesso procedimento per il secondo foro che sarà per il secondo polso lo facciamo a 4,5 cm di distanza dal segno fatto in precedenza sempre dalla parte finale. Così abbiamo segnato le tre circonferenze una per il collo e due per i polsi.
Adesso segniamo la parte esterna, dal foro centrale grande quello per il collo segniamo 7,5 cm verso l’esterno delle tavole in modo di formare un altro cerchio esterno  a quello che abbiamo già fatto sempre con il compasso con un raggio di 15 cm e un diametro di 30 cm dallo stesso punto che abbiamo preso le misure per il buco centrale per il collo segniamo questo per il cerchio esterno.
Per fare il secondo cerchio esterno in modo che prenda la classica forma detta violino proprio perché sembra un violino iniziamo a prendere la misura nella parte iniziale del secondo semicerchio del secondo polso, approssimativamente a 53 cm circa della parte finale della tavola con un raggio di circa 13,5 cm. A questo punto che sulla tavola abbiamo segnato i tre fori e abbiamo segnato anche il nostro margine esterno  con un seghetto alternativo possiamo iniziare a tagliare, poi con un po’ di carta vetrata smussiamo i fori per renderli più comodi ed anche la parte esterna in modo che la tavola non sia ad angolo di 90 gradi spigolosa ma arrotondata. Dopo si monta una cerniera fatta fare da un fabbro per renderla filologica nella parte finale, e si avvitano due occhielli nella parte iniziale (dove la tavola deve essere larga circa 4,5 cm, come l’impugnatura di un violino) che serviranno per chiudere la gogna dopo indossata. A questo punto si passa due mani di mordente noce anticato per dare un colore antico, e la gogna è pronta per essere usata. Utilizzata nel medioevo il condannato veniva abbassato per le vie del violino, e la punizione era quindi prevalentemente di pubblica umiliazione, utilizzata per pene d’onore di lievi reati come ad esempio litigi o furti di lieve entità.